BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

sabato 27 aprile 2013

il mio 25 aprile con... Diego De Silva!


Vasto, ore 18,10 entra Diego De Silva. Lo osservo e mentre Franco Nasi lo presenta mi alzo e scatto qualche foto (queste che vedete) sono contenta di essere lì, De Silva l'ho scoperto qualche anno fa mentre, in libreria, mettevo un po' di ordine tra gli scaffali: "Non avevo capito niente". Lo apro e mi innamoro di Malinconico: avvocato e protagonista del libro. Imbranato, un po' dislessico vive in un mondo tutto suo ed ha una caratteristica davvero unica: è ironico con se stesso! Ricordo che quel giorno, in libreria risi come una matta. Mi venne voglia di leggerne un'altro e scelsi un libro che non avesse Maliconico come protagonista: "Voglio guardare". Bellissimo! Linguaggio asciutto, frasi corte... pensieri terribili, spaventosi, cattivi. All'inizio una bimba e un signore stanno giocando a nascondino, si divertono, ridono e scherzano, all'improvviso, leggete qui: "L'uomo le serra un braccio dietro la schiena, le afferra i capelli con l'altra mano. La bambina non tenta di liberarsi, anzi si affida, accettando il merito di una punizione che nemmeno capisce. L'uomo trattiene e strappa. Un'unica manovra di due atti volti in direzione opposta. E' immediato, competente." Penso: "Oh santa pace, accidenti... ma ho letto bene?".
De Silva è così. Uno scrittore tagliente e imprevedibile. A Vasto, parla, sorride e si racconta con schiettezza a noi, al suo pubblico. Scopro un De Silva sceneggiatore e intenditore di film. Dice che lui preferisce raccontare le situazioni ed io penso che vorrei fargli tante di quelle domande. In effetti durante questo incontro a Palazzo D'Avalos, ci viene chiesto se vogliamo rivolgergliene alcune, ma tagliano subito corto! Non importa. Lui, De Silva è stato bravo ed io vi consiglio, sì... ve lo consiglio! Ultimo libro pubblicato : "Mancarsi". Cercatelo!



martedì 23 aprile 2013

Giornata MONDIALE del libro...e non se ne parla

Sì, ve lo confesso, sono un tantino incavolata per la poca risonanza che è stata data alla Giornata MONDIALE del libro. Perchè non si parla di questa iniziativa a livello nazionale. Un libro ti fa compagnia, un libro ti fa crscere, ti insegna a parlare e ti apre la mente. allora voglio condividere con voi questa bellissima iniziativa.
L'immagine che devi qui affianco ritrae dei libri con una rosa. ebbene c'è un motivo. Vi esorto a dare un'occhiata qui spiega benissimo il senso di questa manifestazione!
Concludo con una frase a me cara di Joseph Joubert " Cercando le parole si trovano i pensieri"

lunedì 22 aprile 2013

Barbablu improvvisato! Esperienza favolosa.

Una carissima maestra, con cui collaboro da diverso tempo, mi ha chiesto di preparare un "LibrIncontro" (come li chiamo io) sulle emozioni. E così mi sono messa all'opera. Ambientazione: un bosco con casette costruite con poliuretano (polistirolo compatto) e poi cartelloni che rappresentassero tristezza, allegria rabbia e stupore. Arrivano i ragazzi di seconda elementare 7 anni.




Inizio la narrazione con un bel libro  Nel paese dei mostri selvaggi di Maurice Sendak.




Entriamo nel castello buio e racconto la storia tratto dal libro Nel buio ci vedo con le orecchie di Sara Donati, un bel viaggio cromatico...



 ci inoltriamo e abbiamo bisogno del Manuale antifantasmi di Leblanc Catherine e Garrique Roland. Ha copertina fosforescente e per far vedere l'effetto, spengo le luci e abbasso la voce... I ragazzi sono meravigliati e iniziano a sorridere e ad affrontare la paura con ironia. E, come suggerisce  il libro: "Non servono magie e pozioni, dentro il manuale trovi le soluzioni"





Allora entriamo nel mondo delle favole e iniziamo a giocare.

Arrivati alla favola Barbablu i bimbi mi chiedono di narrarla, sono curiosi e un bimbo si alza e dice posso raccontarla io? E così è stato. Ho fatto l'assistente mostrando i cartelloni che avevo preparato e  il "LibrIncontro"ha cambiato direzione, i ragazzi si sono divertiti e quando tornano in libreria continuano a sbirciare e a chiedermi altre storie... Bello, no?
Ho messo le foto e quella sono io! :)






mercoledì 17 aprile 2013

A cosa vi fa pensare questa immagine?


(immagine presa dal web)


A cosa vi pensare questa strana immagine?
Vi ispira qualche storia?
Leggerò con MOLTA attenzione i vostri commenti e...



sabato 13 aprile 2013

Segnal-Azioni

Perchè questo giocodiparole? Perchè vorrei che queste segnalazioni diventassero Azioni, diventassero, per i ragazzi compagni di gioco. Io l'ho fatto e, insieme abbiamo letto le storie e ci siamo divertiti non solo con Peppa Pig (personaggio stra-noto), ma anche con altri meno conosciuti, meno popolari. Ecco la mia nuova rubrica : Segnal-Azioni che troverete, in seguito, nelle colonne qui a lato. Posterò consigli di lettura "pratici".
Esprimete un vostro giudizio. 
Ci terrei tanto tanto!
Si comincia con DUE libr-azioni.

Titolo: FAVOLE 
Autore: Andrea Pazienza    
Editore: Gallucci   
Prezzo: 18,00 euro 
Età di lettura: 5+ MA io l'ho letto anche a ragazzi più grandi e l'esperimento è riuscito!


PERCHE' LO CONSIGLIO
Immagini colorate e a fumetti (ogni pagina una 'riquadro') - storia "nuova" trama originale - personaggi intelligenti

OTTIMO PER
6-8 anni
Lettura ad alta voce (con supporto musicale)
Laboratorio "COSTRUISCO UNA STORIA" e "IO e TU" 
per info clicca qui

COSA TROVI
Due storie a fumetti: A che cosa serve il perepè (introduce al fiabesco)e Il leone Pancrazio (rispetto dell'altro)












Titolo: La più tosta del reame
Autore: Sarah Mlynowski   
Editore: De Agostini
Prezzo: 9,90 euro 
Età di lettura: 8 anni





PERCHE' LO CONSIGLIO
Novità favolosa: le storie classiche sono "ribaltate", inventate. Questa storia in particolare narra una BIANCANEVE totalmente diversa...

OTTIMO PER
8 anni
LETTURA IN CLASSE E CON CLASSE  per info clicca qui
Laboratorio "Ed ora INsieme INventiamo"

COSA TROVI
la storia di Biancaneve "frullata" 

lunedì 8 aprile 2013

Proposta, vi va?

Cari amici, questo è il mio stato d'animo! Livello di saturazione altissimo, sopportazione ai limiti e  prima di esplodere ho detto: "BASTA!". Quindi oltre a prendere delle decisioni importanti, che troveranno realizzazione in un futuro molto prossimo, ho scovato questo piccolo libro-quaderno                                                                                                            
                                                                             Lo sto leggendo: è divertentissimo e pratico. Costa anche poco: 6 euro e 90.  Al termine esprimerò un giudizio anzi... stavo pensando...e se lo trovaste anche voi, così da parlarne insieme? Lo condividiamo? Che ne dite?      


E comunque... voi come reagite ?  Che ne so, magari sfogate la vostra collera...scrivendo o dipingendo o passeggiate? Oppure... ditemi voi!                                                                                                                                                                                           

martedì 2 aprile 2013

il corrotto!

Ho appena finito di leggere un libro e ci sono delle frasi che ho sottolineato. Voglio condividerle con voi affinché possa attraversare la rete ed  entrare nelle vostre case e, attraverso il vostro monitor, penetrare la vostra mente. Magari, ciò che leggerete riuscirà a scuotervi. Almeno un po'...


Secondo voi di che libro si tratta?


E ditemi, cosa ne pensate?


"[...] La corruzione sembrava far parte della vita normale di un società, una dimensione denunciata e tuttavia accettabile nella convivenza sociale"



"Il corrotto ha costruito un'autostima che si fonda esattamente su atteggiamenti fraudolenti: passa la vita in mezzo alle scorciatoie dell'opportunismo, al prezzo della sua stessa dignità e di quella degli altri."

Il corrotto si offende dinanzi a qualunque critica, discredita la persona o l'istituzione che la emette, fa in modo che qualsiasi autorità morale, in grado di criticarlo sia eliminata, ricorre a sofismi ed equilibrismi ideologici per giustificarsi, sminuisce gli altri e attacca con l'insulto quelli che la pensano diversamente."


(immagini prese dal web)