BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

lunedì 28 dicembre 2015

Vi auguro buon anno con queste parole...

Le parole fanno un effetto in bocca e un altro negli orecchi.
(Alessandro Manzoni)
 
 
presa dal web
 

Buon anno!
 


lunedì 21 dicembre 2015

Trilussa e "Er presepio"


ER PRESEPIO

Ve ringrazio de core, brava gente,
pé 'sti presepi che me preparate,
ma che li fate a fa? Si poi v'odiate,
si de st'amore non capite gnente...

Pé st'amore sò nato e ce sò morto,
da secoli lo spargo dalla croce,
ma la parola mia pare 'na voce
sperduta ner deserto, senza ascolto.

La gente fa er presepe e nun me sente;
cerca sempre de fallo più sfarzoso,
però cià er core freddo e indifferente
e nun capisce che senza l'amore
è cianfrusaja che nun cià valore.


Trilussa

venerdì 11 dicembre 2015

Incontri speciali...

Capita che appena la incontri, quella persona, sì proprio quella, risulti ai tuoi occhi speciale: perchè magari abbassa gli occhi, perchè magari sorride in un certo modo, perchè impegnata a far qualcosa.

Capisci che, nonostante gli altri, quella persona sia diversa. Non ci parli, non sai come la pensa su questa o talaltra questione, sai però che vorresti conoscerla. 

E poi accade: battute fugaci, pensieri condivisi, attimi preziosi. Non c'è altra possibilità che accontentarsi di quei momenti... Pazienza.

Nel frattempo accade...

...che tra le mani arrivi un libro Origini  che non ti entusiasmi poi tanto, ma colpisce la tua attenzione!

 








che scopri lo scrittore di quel libro Amin Maalouf
 

 







che grazie al racconto inizi a voler capire una nazione,  il Libano...
data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAARMAAAC3CAMAAAAGjUrGAAAAolBMVEX5Pyb///8Anj/5ORz6d2sAnDkAmS8AmzcAnTwAmCwAmjMAlygAmS70+/f6/vz3/frp9u6x3L+o2Ldgun254MbZ7+E1qlx7xJLj8+m+4sq84chPs29XtXQAlSDR69rH5tEmp1Oc0q1BrmRvwIkao0t2wo5mvIE/rmOHyZyXz6gAkQkgpE6MyJzdYDzN8eAAmR7e+u7mZkrXWi5ewod7zZ30dGT8O93PAAAIoUlEQVR4nO2da3viuhHH12p1G9nENvjCYozBXEPanp623/+rVbLNJWBI9oUlnj3ze7NJHpId/xnNTbL58QNBEARBEARBEARBEARBEARBEARBEARBEARBEARBEARBEARBkDv+htzy4+8vwv9cG3Dhh/ca/PFf1xZceBVNVhC4NuHMi2gSSzi4tuHMa2iSABHiZRzlJTQJiSCEj12bceIVNMkFJRq5dG1IxwtoMgVBGlTk2pQW95rsZSeJ9pTXiLOuNRnNfHKBraYvEGkdaxKkQK6hvkzrOHFrlFtN3ip1WTkdgoMiyzeHVrnVZLVbvs0ouUMw4jDeOtUkCD0vgntJjCpy5iyyuI6xB9UriYaLhSOb3GpSpuyRJNpV1Icbq1xqUhasJ5Zc4btZP+40easVZ8AfK0I5SFE6sMyZJiUFwpMw459UuPoGcu8tyF2UKq40mbwrEKk3StvyRDAAArOtWTDQZiKxdlW6OdMkLpesytPWM1g6GUVqq/tBJiZvZScKxG5scxljCw5tjAVToOXzIsmXcux5ySkZya2TctalJmOjCChgU/NdBlRKoGPvbczNj5UEAXTiwC5XmuSbtZkkCfgIPubTPNqQrp6lTaSFfR6UH4SBmtmPKo40iYGLRgB9xZlu+hg/t4LNF6opTIKo3lXrse187EaTn/Pu8nXDE/bVbSJ1UZh0uNGkar1C6gvPj721rFBF6MQ0z5EmS9ZVIF6+h9v5yQnuKhW70CTcnsaNQgfR05fgc9MLXzuN3No3zmBdkzCTlwr+5CNCVsuy5izzzIRJ8E4ZqP4KPWCwvyhiShDaLSIzKvlgK8/bc+Kn25nfqsVJbte+BruaTESzVkBqMWAZBvn4JEo9GYNMvGAt2qK264MocZB/bGoSFKq90jhJVhzMj07DWMEZJ3RW6C82zWvjLtAI336ktahJaQpUoXscvUS8EVHaA/afx2yUCtJpsj+PadXYdtNjT5P8HQDUMYs5mHL957zwPmRfDqZ1lCyuMjSQqTUjG+xpEuy3WZyMPO8gU/P9ilf9I3vCmbreHNT1W201/zioTwLC6mBRXzLx13CxtGigizp2S7nynwxiOyS7eItgR3s7Gy406dv5u4eWXtnIocMQF4LKra0F5ECTn0/2dC40ZUrGdemyjJf1jnA59y0VcPY1CXu6PnmfgPhev7ag7b/m15LFxFKnbF2TUXW9cigzAvEykaZm/QSbxbVJTLC3Xd/b1iRYfdrQ2U5SMDODUBEyvknNtNsQA3asI5vDFLuajKL1p3xjStqx7vqSA7DY2z7KRbryl1W2GFmy0qYmy51iN7GEr8IFM/tchIy8AOjDCZPWRbKxnSm+PU1K0rdjTk9TJaG7mnrnPSht25eAYjZUsabJpHMR3QQCY3DnEKb3O6R960f/BpOKASXH3cbG6MCWJlF3bo1Xm8MyjuJDdes0UGVrXo7vfImK+hAt8jwPf7OaLZ53F345plbdH+4TPcuLzuxYeIUdTZbmhJZgBC5XGH2rmjUjuHiRhLZSToMVTTJTpnIyGe0Za7c6y+KbkjQTfSnXG4sFigVNkp2+fqrGJhzsQFckiU7KX7fFn4Xh0t7hUAuahIViKm1b/QmjzYGBb8gAitLrNmhubTBrZe3k0SmFJn3Txj5o0+YsGncSrYTWptWW+52H5futJLu28VsLHZrT7sSoWtox0qom4ey7kRXaX4iBUDo972yozIqZFjUJss+RlcrHCvFC+0m4V4S226MfrShsZiMp29NkyW9uSynC6HIQh98EXg7HipoxQiNJqGNKMzmAykJOtqVJUvk3yYYW7ZrguhHih6A8rD+/oIms4mg0eVtreT62jJttseFn1ZY0Oai79CtI4IVAWD4lgppTFWlfhhZylS0rDkvPHNLQi08MH2mtaDIa96VgWeo1QSD2DnrZXO+G3vgTB8G6XJ5vme+/bwY214YmlxvcQPqXLo/XXqjf96NZQX5SPktJ7BxFwunPfOj+2EYde5o+A+zLfDE7Jx82beJJqhcNz9bPalua/l7z2LyTRKjuVPRly6udsTXBlD8v9ylYvBducE2StjKnMj0ljN3394mvkCtrh4eH1mRiHEC3+6vzeYns2ci1g/e4DWX1b7Dnla82Myl0Ocaz83ucf6O8F2yT0dsJv1GK7a3Mlgb1k8hXUlXZpcrKa0W7N12pRxMDQY2CUSXvx/xg5czssGtntFhc+ftizHj3hheTIDiI/vMFrAun0YpJBmDG/Ibmvhbh74af3Fvrd5J998YLgE07CAhXvZMDdV4g4SJuiaIoPsyajoey/dCm2tGk3K+7pUJ9cbjUXHeze6MZefRXwnblsaH7wOE1GU1r6JpewdXq00Ze6fdoUj3+W8nKbBNRNmwfOLgmOe9OTgvqk+ymxgh6zrQ900R30s2B0mFFGd5PVsrESZ+J8eTuoOvo2KNJ+vTPhYU0MWnInsdCPCnjwyFe9FahffczPfcTzzz1Afh8SEdx+7yC6S/Gk5bgUAyae9xqUvQk48d5xxZONcl7d3uUS5MMTjWZ9ddsLu7ZucalJpP+TUHm+jFtDjUJHxy4NwN9pzjUpF05gt4pI/+yzyLLzCCFymNRSQ6+f7X983U2HhZnmsTm6BI0nf+izhaj/GolgdtHhLrSJDbxVV7via+ualpWOzKrwZEmmSK3O3o/581THTg3AYa59BQXmowiAkTI9CaUTgnXOacezyqqGNu5eximdU3ephuiOMjj/WQ1KJjfTBbfwiiVa2elm21NYvqu1mlx6J+q7ufns6K1oq4e92FZk/p99vT2ivj9PAQYM+niwUGebU02869uFV5cltSMOXoYs1VNpv/656+8/D90/sdQpjzD6udl/Psfv/b6P/8cxo4vsPu5Kr/4vzn61BfXH3WDIAiCIAiCIAiCIAiCIAiCIAiCIAiCIAiCIAiCIAiCIAiCIK/I/wEEQNnIaiMxhQAAAABJRU5ErkJggg==

...che ha delle "favolose" montagne, dove i protagonisti di questa saga familiare vivono. Sono in un villaggio sperduto dal nome complicato e difficile da pronunciare...
 
 
Ma... cosa, cosa mi ha spinto a scegliere di continuare la lettura talvolta faticosa e lenta?
Le radici, radici radici radici radici, ecco cosa.
 
Dopo la scomparsa del padre in Libano, Maalouf  scopre una valigia piena di scritti e fotografie che lo spingono a ricostruire i percorsi e le vite del nonno paterno Botros, lacerato tra il desiderio di raggiungere l'Occidente e quello di modernizzare il suo paese, e del fratello Gabrayel, partito a cercare (e a trovare) fortuna a Cuba.
 
Lo scrittore ha un'occasione per tornare indietro nel tempo, per ritornare alle sue origini. Maalouf ha lasciato il Libano nel 1976, allo scoppio della guerra civile. Ventisettenne, di madre araba, ma anglofono e francofono come molti libanesi, si stabilì a Parigi dove ha continuato a fare il giornalista, come redattore capo di Jeune Afrique e presto ha intrapreso la carriera di scrittore.
In una intervista ha detto: "Un atto dovuto nei confronti di generazioni che hanno sofferto e lottato, intellettuali, commercianti, frammassoni, morti oscuri e destinati a essere dimenticati." E scrive “Sono l'ultima stazione prima dell'oblio. Dopo di me la catena delle anime si sarebbe rotta, più nessuno saprebbe decifrare”. Resuscitare con emozione i loro destini è anche scomporre l'identità molteplice di Aamin Maalouf, lo scrittore che più di ogni altro è diventato in Francia il simbolo tra Oriente e Occidente.
 
Questo libro è un percorso interessantissimo, intenso, profondo...
 
Ah dimenticavo ecco qui spiegato il motivo perché ho scelto il libro...

 Vi lascio con una citazione di Rainer Maria Rilke tratto da Lettere
" Una volta accettata la consapevolezza che anche fra gli esseri umani più vicini continuano ad esistere distanze infinite, si può evolvere una meravigliosa vita fianco a fianco, se quegli esseri riescono ad amare questa distanza fra loro, che rende possibile a ciascuno dei due di vedere l'altro, nella sua interezza, stagliato contro il cielo."

Ah....l'incontro con quella persona? Be', spero non sia un abbaglio!

giovedì 3 dicembre 2015

Un libro di Hervé Tullet

Voglio segnalarvi questo libro perchè quando lo leggo, i bambini si divertono tantissimo
Perchè?
Perchè giocano, fanno magie e si trasformano in protagonisti assoluti!
Un libro semplice che potrebbe essere paragonato al tablet cartaceo perchè ci sono dei comandi: premi, sfrega, batti, batti le mani, soffia, agita...

Si inizia così
PREMI CON IL DITO IL PALLINO GIALLO E VOLTA LA PAGINA
(in stampato maiuscolo perhè così anche i bambini di prima elemetare possono leggerlo!)


Ecco il signor Tullet

Vi segnalo altri libri da lui ideati, scritti e disegnati: bellissimi perchè sono libri per giocare