BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

domenica 17 dicembre 2017

A Natale regalo... (prima parte)

Cari amici, spero di rendervi la frenesia del "regalo di Natale" più soft.

Per voi un elenco di alcuni libri scelti personalmente, dopo un'attenta visione. Trovete anche la motivazione della mia "preferenza" in corsivo.

Iniziamo con i più piccini e poi... to be continued...

"Foto di famiglia"
 
 Nel dettaglio


La mucca Carlotta dnella neve diAlexander Steffensmeier


La mucca Carlotta, postina Speciale (e combina-guai).


Età di lettura 0-5 anni

Costa 9 euro e 90



Buon Natale. Il presepe pop-up di Agostino Traini 

Per vivere la magia del Natale con i più piccoli.

Età di lettura da 4 anni

Costa 16 euro



 

Inverno. Un libro pop up di DAvid A. Carter

La magia dell'inverno con i suoi paesaggi innevati

Età di lettura da 4 anni

Costa 13 euro e 90









 

Caro Babbo Natale di Martha Brockenbrough

Per chi vuole scrivere a Babbo Natale ecco il libro per te!


Età di lettura 6-9 anni

Costa 16 euri e 90




Storielle di Natale di Giuditta Campello

Quindici storie dedicate al Natale

Età di lettura da 7 anni

Costa 18 euro 90


giovedì 23 novembre 2017

Vi presento un bel libro...

Luglio 2017. Reparto lungodecenti il più silenzioso dell’ospedale. Un urlo forte e stentoreo si alza da una camera, un inno:
<< Compagni avanti, il gran partito dei lavorator…>>  
Che accade?
Suor Giulia cominciò a correre verso la zona dalla quale si levava l’inusuale canto, la mano sulla testa per trattenere la cuffia. Non voleva credere a quello che, mentre si avvicinava, le veniva da pensare.
Perché?
In quella stanza il 13 giugno del 1984 viene portato Giovanni ventenne con un grave trauma cranico. È in coma…da 33 anni
Ora è sveglio! 
Un libro che ho letto in pochissimo tempo, che mi ha incuriosita, che mi ha fatto ripercorrere i tre decenni di storia, che mi ha commosso e mi ha fatto sorridere.

Immaginate lui che si risveglia cinquantenne mentre  il suo ultimo ricordo è da ventenne.
Immaginate i grandi cambiamenti a cui non ha potuto assistere.
La caduta del muro di Berlino

La Jugoslavia (ormai ex)

e poi i supermercati, internet, il kebab, i vegani, il cellulare


il casco da indossare quando si va con lo scooter.

Lui abituato sul suo "Ciao" e capelli al vento.

È un bambino cinquantenne.
Un libro scritto benissimo. Un libro che vi consiglio di leggere. Vi stupirete del finale e vi innamorerete di tutti i personaggi che gravitano intorno al protagonista: Giulia la giovane suora che lo ha accudito, la psicologa Daniela che lo aiuterà a rinascere e suo figlio Enrico che aiuterà Giovanni ad inserirsi nel presente tecnologico.



domenica 12 novembre 2017

A proposito di sculture...

L'altra sera Sandra, una mia amica, mentre cenavamo,  mi fa vedere le sculture di Matteo Pugliese: bellissime, espressive e particolarmente accattivanti; i corpi, incastrati su una parete, sembrano volerne uscire fuori. La mimica facciale lascia interdetti: congelati in quella smorfia sembrano comunicare tutto il loro dolore.





Grazie Sandra.

venerdì 20 ottobre 2017

libri, libri e ancora libri

Questi libri sono appena arrivati, mi hanno incuriosito tantissimo!

Questi, invece, parlano di libri e di lettura. Interessanti.

venerdì 6 ottobre 2017

Passeggiata mattutina, prima della "bufera"...

Per fortuna che questa mattina siamo uscite per una passeggiata, adesso piove tantissimo e tira vento! Le nuvole però ci avvisavano.
La spiaggia nuda, gli stabilimenti chiusi, qualche orma qua e là...qualcuno che fa il bagno. 










lunedì 18 settembre 2017

Si legge?

Si legge?
Scrivono in troppi, in tanti ed è difficile orientarsi nel mare magnum della carta (o digitale), che indigestione!
Il libro è un oggetto che ricopre un ruolo marginale, purtroppo: COMPRARE un libro diventa QUALCOSA di oneroso poichè superfluo. Non ci si riesce proprio a trovare il tempo per leggere!

Si legge?
Manca un po' di fantasia con i titoli: ci sono tante ragazze che si sono perse in parchi o vagano nella nebbia, o su un treno, o sono bugiarde; altre che aprono piccole librerie a Parigi o New York; per non parlare di sorelle segrete, gemelle sbagliate e  mogli perfette.
Attenzione alle coppie quasi perfette e alle sconosciute anch'esse perfette e mi raccomando alle colpe...
I titoli sono tutti uguali, scusate la mia ironia.

Si legge?
Scrivono in troppi: youtuber, cantanti e "magaroni". Ognuno ha qualcosa da buttar giù sulla carta stampata o digitale, ma la maggior parte non fa letteratura, non conosce la lingua e difendono il proprio pensiero che risulta banale e mediocre.
 
Si legge?
No. Poco.
Però.
Ci si può orientare, c'è della buona scrittura, delle trame ben strutturate, delle storie ben pensate. C'è chi scrive Con parole precise, impiegando un criterio facendo risultare la lettura fluida e imprevedibile.

Si legge?
PROVIAMOCI davvero a farlo.
Perchè?
perchè leggere è intimità, è emozione, è passione. 
PROVARE a concentrarsi per entrare in una realtà costruita e inventata da un'altra persona lo trovo eccitante.
Per me, ad esempio, è una necessità, è un'opportunità,  è... importante.

venerdì 8 settembre 2017

Ad ogni immagine, un libro

Partendo da alcune immagini (prese dal web), ho pensato di associare dei libri. Quelli che ho scelto li ho letti tutti e mi sono piaciuti moltissimo. 
Spero di avervi incuriosito e se volete, chiedetemi pure...
























































 



















 






domenica 27 agosto 2017

Il club delle lettere segrete



 Uno dei piaceri del leggere vecchie lettere è sapere che non occorre rispondere Lord Byron

 Vi starete chiedendo: "Ma cosa centra Byron?"  è una delle citazioni che puntellano il libro che conducono al finale di tante storie narrate all'interno di questa storia densa, intensa e nostalgica.
Il club delle lettere segrete mi ha chiamato. Ho letto con la voglia di scoprire le vite dei protagonisti, i loro segreti e le loro vite.
Bisogna avere molta pazienza: leggere con attenzione le lettere, guardare e sbirciare le fotografie in bianche e nero, seguire le vicissitudini  dei personaggi che abitano in un paesino Porvenir, dove tutti credono di conoscersi...
Tra ricordi di carta, Voci del passato, Inizi e Miglia da percorrere tutto si conclude e tutto ha senso!

Il piacere dei banchetti non si deve misurare dalle squisitezze delle portate, ma dalla compagnia degli amici e dai loro discorsi.  Cicerone

Sapete una cosa, mi è venuta voglia di scrivere una lettera ad una persona che non sento da circa DIEICI ANNI: scegliere la carta, scrivere nonostante la mia calligrafia sia bruttissima, comprare una bella busta incollare il francobollo, scrivere l'indirizzo e spedire...perché chissà cosa ha fatto della sua vita, ORA? 



... e voi a chi vorreste scriverne una? E perché?


mercoledì 16 agosto 2017

Facebook...chiedere l'amicizia!

Chiedere l'amicizia o inviare una richiesta di amicizia: su facebook bisogna inserire il nome, o l'indirizzo e-mail, accedere al profilo e poi cliccare su "Aggiungi amici"...

Sorrido e penso a quando, anni fa, la sentii per la prima volta nel contesto virtuale dei social network. Sorrido perchè mi vedo perplessa: avevo difficoltà, infatti, a comprendere come questa locuzione, per me concreta, potesse servire nel mondo "astratto"di internet.


Mi chiedevo: "Ma che diamine significa chiedere l'amicizia?"
Si costruisce un'amicizia! Nasce un'amicizia, semmai si coltiva, si conserva oppure arriva un'amicizia... ma chiederla?!?


Poi ho capito il contesto, la funzionalità ed altro...

E voi che rapporto avete con i social network?